Song Details

Albums:   Amistà
Bands:   Parafoné
Share
Download

Amistà vuol dire amicizia…

…e dove vi è Amistà non esistono confini, non c’è guerra nè diversità di colore, razza, sesso, religione. Dove vi è Amistà ci sono mani che si stringono, occhi che si guardano, abbracci che augurano buon viaggio e braccia larghe a dare il benvenuto. Se c’è Amistà esiste il rispetto e sentimenti che all’unisono ricercano l’armonia, il tempo è senza tempo e non esistono distanze. L’amicizia (Amistà) è quel sentimento da ricercare e coltivare, sempre, per raggiungere la pace e il bene personale e sociale.

Parafonè

Lyrics: La notti passa

LA NOTTI PASSA

Cuomu na vuci chi mi rispunda
trasa ntra s’anima e mi cumpunda
nu gridu forti di libertà
chi quandu arriva non si ndi và,
non si ndi va ca grida e resta
pigghjia li gambi lu piettu la testa,
muovu nu passu e pue n’atru ancora
e a passu a passu mi truovu fora.

Mi truovu fora la vita mutata
cunzumu caminu, mi mangiu la strata,
nenti mi ferma chiù nudha paura
salutu li casi, li tierri e li mura,
mura di petra e speranzi pirduti
uocchi chi guardanu e restanu muti
dassu li panni a st’aria di guerra
cuomu li niegghji passu la terra!

La notti passa ed io passu lu mari
mo su luntanu e no mi pue vidiri.
All’aria duci vuogghjiu respirari
cu l’uocchi apierti e la facci allu suli.

Mo mbivu l’acqua di cientu funtani
acqua d’argientu, sazia li mani
sutta lu suli diventa lucienti
caccia la siti la vita la sienti
vita chi curra cuomu nu fhjiumi
supa li labbra di li guagliuni
labbra lucienti d'amuri e di età
si ferma lu tiempu e cantari li fa!

La notti passa ed io passu lu mari
mo su luntanu e no mi pue vidiri.
All’aria duci vuogghjiu respirari
cu l’uocchi apierti e la facci allu suli.

- Testo di Bruno Tassone e Angelo Pisani Musica Parafoné

TRADUZIONE

Come una voce che mi risponde
entra nell'anima e mi confonde
un grido forte di libertà
che quando arriva non se ne va,
non se ne va ma grida e resta
prende le gambe il petto e la testa,
muovo un passo poi un altro ancora
e passo dopo passo mi ritrovo fuori.

Mi ritrovo fuori con la vita mutata
consumo cammino, divoro la strada,
niente mi ferma più nessuna paura
saluto le case, la terra e le mura,
le mura di pietra e speranze perdute
occhi che guardano e restano muti
lascio le vesti a quest'aria di guerra
e come le nuvole passo la terra!

La notte passa ed io attraverso il mare
ora sono lontano e non mi puoi vedere.
All'aria dolce voglio respirare
con gli occhi aperti e la faccia al sole.

Ora bevo l'acqua da cento fontane
acqua d'argento, sazia le mani
sotto il sole diventa lucente
toglie la sete la vita la senti
vita che scorre come un fiume
sulle labbra dei ragazzini
labbra lucenti di amore e di età
si ferma il tempo e cantare le fa!

La notte passa ed io attraverso il mare
ora sono lontano e non mi puoi vedere
all'aria dolce voglio respirare
con gli occhi aperti e la faccia al sole.
See More Less More

Other Audio

‘Mpami e Farisei

1 luglio 2012

A Muttetta

1 luglio 2012

Ab-bocca

1 gennaio 2011

Amistà

29 luglio 2015