Presentazione “Disperanza” a Chiaravalle Centrale il 29/07/2012

4

I Parafoné presentano il loro nuovo lavoro “Disperanza” domenica 29 luglio alle ore 18 presso il Teatro Impero di Chiaravalle (Cz)

Il collettivo musicale Parafoné rappresenta al meglio una tradizione consolidata che, memore del proprio passato, è capace di rinnovarsi allargando intenti e prospettive. Formatisi nel 2002, i Parafonè festeggiano il loro primo decennale con “Disperanza”, il nuovo disco che ne riassume appieno le orgogliose e vibranti tematiche che verrà presentato la prossima domenica, 29 luglio, presso il teatro Impero di Chiaravalle alle ore 18.

Nel 2011 è uscito il primo lavoro discografico “Il ritorno dei Suoni”, edito da Elca Sound, in vendita in tutta Italia tramite catalogo Feltrinelli e su iTunes Store. “Disperanza” è il titolo del secondo, atteso capitolo, le cui tematiche sono così riassunte dal loro leader e portavoce Bruno Tassone: «C’è una sottile linea che unisce disperazione e speranza, paradosso del presente confuso che viviamo. Una contrapposizione di riflessioni “sonanti”, che abbiamo cercato di riassumere in questo nostro secondo disco, scaturito dalle idee apportate da ognuno di noi. Antipodi musicali e letterari legati alla Calabria, la terra da cui sgorgano con orgoglio le nostre radici, luogo concreto e paradiso della mente, che unisce e separa, attira e respinge».

Quello di domenica prossima sarà un prologo benaugurante della tournée estiva che li vedrà battere ogni angolo della Calabria, con la loro musica mai troppo placida o rassicurante, dove il gruppo alterna sperimentazione e tradizione, attingendo anche ai versi di Achille Curcio e Bruno Pelaggi per trarne benefica ispirazione: «Le nostre» riprende Tassone «sono canzoni di amore e protesta, dove mescoliamo storia e futuro secondo la nostra visione. Non ci vergogniamo certo a dire che veniamo dalla campagna, praticando una vita semplice ed essenziale, fondata su valori autentici e sinceri. Restiamo umili e questo si avverte anche nella nostra musica, schietta e palpitante, specie se confrontata con le sonorità di un presente “urban-digitale”, colto ma probabilmente falso».

Oltre a Bruno Tassone (voce, chitarra battente e zampogna a chiave), il gruppo è formato da Angelo Pisani (lira calabrese, pipita, fischiotti, sax soprano, marranzano), Gianluca Chiera (bouzouki greco), Domenico Tino (chitarre), Antonio Codispoti (organetto, tamburello), Omar Remi (basso elettrico) e Fabio Tropea (percussioni, darabouka, tamburi a cornice) .

Di seguito il dettaglio dell’evento

4 Comments

  1. marco scrive:

    Siete grandi. Mi fate sempre di più essere orgoglioso di essere calabrese. La vostra musica che io ascolto spesso mi fa ricordare la mia infanzia trascorsa in un piccolo paese che si chiama Pizzoni. Avete letto bene, quel paese che tanto vi ama e vi apprezza quando venite a fare lo spettacolo nel periodo estivo. Non vi fermate perchè chi si ferma e persu.

  2. domenico scrive:

    Grandissimi, da calabrese (e paesano) ogni volta che siete nella Capitale non i ndi pierdu unu

Lascia un commento

Associazione Culturale "Paraphoné"

+393490973828" | +393342196576

info@parafone.it