Il ritorno dei suoni

Elca Sound, 2011

“Il ritorno dei Suoni” è il primo lavoro discografico dei Parafoné con il quale il gruppo ha voluto mettere nero su bianco l’attività svolta nei vari anni di attività e formazione. Disco profondamente legato alla tradizione e allo stesso tempo, coerente con l’approccio moderno e musicale del gruppo alla continua ricerca di nuove sonorità, influenze e contaminazioni senza mai recidere quelle che sono le radici che lo vedono legato alla propria cultura musicale.

 


Disperanza

Officine della musica, 2012

È il secondo lavoro discografico dei Parafoné. Disperazione e speranza, due stati d’animo contrastanti che coesistono e incarnano a pieno e riassumono i contenuti del disco. Nuove sonorità, voglia di libertà, canti d’amore e di protesta.  I Parafoné hanno dato sfogo alla loro vena compositiva  con un disco musicalmente maturo e consapevole, dove la tradizione si veste di attualità e la riproposta della stessa  non è  un rievocare ma un mezzo di espressione per raccontare, sorridere, piangere e riflettere, il tutto con ironia e raffinata semplicità, in perfetto stile Parafoné.

 

 

 

 

 

 

Amistà

iCompany, 2015

Amistà è il nuovo lavoro discografico dei Parafonè, registrato nel caldo luglio del 2015 presso lo spainaudio studio di Alessandro Luvarà. L’album registra una contaminazione molto ampia e segna per il gruppo un’evoluzione musicale importante, che lo porta ad affacciarsi in modo deciso alla World music. Gli stessi strumenti utilizzati in fase di produzione suggeriscono sperimentazioni interessanti: agli strumenti tipici calabresi (zampogna, lira, organetto, fischiotti, ecc.) sono stati affiancati strumenti antichissimi provenienti da diversi paesi mediterranei e orientali (tabla, saz, cittern, bouzuki, batà, darbuka, ecc.). Il percorso musicale dei Parafoné, dunque, prosegue in maniera costante e l’intenso lavoro di studio, di ricerca e sperimentazione non conosce sosta alcuna. Un cammino esplorativo che nel tempo ha allargato i propri confini, toccando sfere ben più ampie, fino a ripercorrere tutte le sonorità del Mediterraneo, con slanci oltre orizzonte che richiamano a tratti la musica orientale. A tal proposito, degna di nota la collaborazione con l’artista di fama internazionale Rashmi Bhatt, intervenuto proprio nell’ultima fatica discografica con un capolavoro dal sapore tutto calabro indiano; tra gli ospiti del disco anche il giovane cantante egiziano Eslam Adamo e la voce calda e avvolgente della Palmese Natalia Saffioti.

Associazione Culturale "Paraphoné"

+393490973828" | +393342196576

info@parafone.it