VoceChitarra battenteZampogna a chiaveArmonica a bocca

Bruno Tassone

Chitarra, chitarra battente, zampogna a chiave, armonica a bocca, canto.

Inizia a suonare la chitarra da autodidatta all’età di 10 anni, aiutato da un anziano zio che lo introduce alla musica popolare insegnandogli i primi accordi delle suonate tipiche tradizionali e del canto popolare.
Nel 1993 segue un corso di teatro con il maestro “Andrea Borrelli”.
Fonda nel 1995, insieme ad altri ragazzi, un gruppo teatrale all’interno dell’associazione “Il Brigante” assumendo un ruolo primario nella regia, traduzione e stesura di testi teatrali mettendo in scena e traducendo in calabrese opere come “Natale in casa Cupiello”, “Miseria e nobiltà” opere di Eduardo Scarpetta. “No sientu pagari nenti”, libero rifacimento alla “La giara” di Luigi Pirandello.
Partecipa alla stesura e messa in scena dello spettacolo “La festa la farina e la forca”, ispirata alla vita e alle poesie del poeta Mastro Bruno Pelaggi, ruolo centrale come attore protagonista e contemporaneamente co- regista.
Segue alcune lezioni di chitarra con il jazzista Ted Riverso ma la passione verso i suoni della propria terra lo porta a frequentare gli anziani suonatori dai quali apprende e “ruba” il modo di cantare e di suonare.
La principale attività artistica da quel momento si svolge principalmente all’interno del gruppo e insieme al gruppo.
Numerose le collaborazioni artistiche e performance live sul palco con altri artisti tra cui si citano:
Orchestra Popolare Calabrese, Marasà, Otello Profazio, Piero Pelù e Simone Cristicchi.
Scrive diversi testi di canzoni e poesie, partecipa alla realizzazione di colonne sonore per spettacoli teatrali con la compagnia “Teatro del Carro”.
Discografia:
Marasà “Ad Aria” (2004)
Concerti in tutta la Calabria e oltre: Milano, New York, Toronto, Torino, Roma, Firenza, Svizzera.